articolo_genagricola

Genagricola una storia di successo tutto italiano

Dal 5 al 7 Novembre, a Merano si apre il sipario su “Cooking Farm”, ideata e promossa da Genagricola che, in collaborazione con il Merano Wine Festival, propone un confronto gastronomico tra la cucina stellata d’avanguardia e la tradizione locale, per tracciare la frontiera della cucina di domani. Ad ogni piatto verrà abbinato un vino, scelto fra i più rappresentativi delle aziende vitivinicole del Gruppo. 

genagricola-logo

Sono 9 gli chef – di cui 5 già insigniti della stella Michelin – che Genagricola porta a Merano per la vivace sfida con le rappresentanti della tradizione contadina, nella realizzazione di 18 piatti da assaporare in abbinamento ad una selezione “stellata” di vini selezionati per l’occasione dal WineHunter Helmuth Köcher.

Genagricola è la più grande Azienda Agricola Italiana, holding agroalimentare del Gruppo Assicurazioni Generali e sarà presente al Wine Festival con 2 delle sue Aziende vitivinicole:

TORRE ROSAZZA, azienda nei Colli Orientali del Friuli, fiore all’occhiello del Gruppo e dell’enologia nazionale, i cui vini sono da anni al vertice delle classifiche mondiali. Lo scorso anno, il Pinot Grigio di TORRE ROSAZZA è stato l’unico vino bianco italiano inserito nella Top100 di Wine Spectator.

torre-rosazza-emozionali-25

e BRICCO DEI GUAZZI, astro nascente del Gruppo vitivinicolo. Una piccola azienda situata nel Comune di Olivola (AL). Oltre alla Barbera – regina di quel territorio – produce l’ALBAROSSA, un vino ottenuto dall’omonimo vitigno autoctono, scoperto dall’ampelografo Dalmasso nel 1937. L’annata 2015 dell’Albarossa di Bricco dei Guazzi è uno dei 100 vini che la Guida de L’Espresso consiglia di acquistare e ha ottenuto i 5 Grappoli dalla Guida Bibenda.

bricco-dei-guazzi-albarossa-2

La storia di Genagricola è la storia di successo tutto italiano, che ha contributo a fare crescere non solo uno tra i settori di traino dell’economia, ma tutto il sistema Paese. Nel 1851 Assicurazioni Generali inizia l’investimento nel settore agricolo con l’acquisizione della tenuta Ca’ Corniani: una vasta area paludosa e malarica di 1.700 ettari di terreno, vicino a Caorle, in provincia di Venezia. E’ tuttora la più grande ed estesa bonifica compiuta in Italia da un soggetto privato. Grazie a straordinarie opere di ingegneria idraulica e un duro e tenace lavoro, questo tratto di palude veneta è diventato ben presto un centro agricolo all’avanguardia e densamente popolato. La lungimiranza imprenditoriale di Generali ha trasformato un centro economico e produttivo in un vero borgo dove lavoravano e vivevano 3000 braccianti organizzati in 70 mezzadrie; sono state costruite scuole, chiese, un ufficio postale e addirittura un centro ricreativo, con tanto di cinema. Un assoluta innovazione per i primi del ‘900.

alessandro_marchionne-2

Alessandro Marchionne – Amministratore Delgato di Genagricola Spa

Da quel primo seme sapientemente piantato nel 1851, Genagricola è oggi un organismo complesso e strutturato che, pur restando saldamente legato all’agricoltura, ha saputo guardare avanti e differenziare produzioni, mercati e interessi. Quattro le aree in cui opera da protagonista: Allevamento, Colture erbacee, Produzione di energia rinnovabile e Viticoltura. Quest’ultima comprende 7 Aziende vitivinicole in Italia ( con i marchi Borgo Magredo, Bricco dei Guazzi, Costa Arente, Gregorina, Poggiobello, Solonio, Tenuta Sant’Anna, Torre Rosazza, Vineyards V8+) e 1 in Romania (Dorvena).

9_genagricola